Ricerche anagrafiche e genealogiche


AVVISO IMPORTANTE
Secondo quanto disposto dalla circolare n.16 del Segretariato Generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo in data 19 marzo 2020, la presenza del personale negli uffici è limitata ad assicurare esclusivamente le attività che siano ritenute indifferibili. Pertanto, LE ATTIVITA' DI RICERCA PER CORRISPONDENZA O SU RICHIESTA SONO LIMITATE ESCLUSIVAMENTE A QUELLE CHE PRESENTINO CARATTERE DI NECESSITA' E URGENZA.
OGNI ALTRA RICHIESTA SARA' EVASA QUANDO POSSIBILE, SECONDO TEMPISTICHE PIù LUNGHE DEL CONSUETO.



Le Ricerche Anagrafiche e Genealogiche


Poiché l’Archivio di Stato di Como NON conserva presso di sé gli atti di stato civile (eccezion fatta per quelli dell'età napoleonica relativi alla città di Como 1805-1815, per i quali può essere utile guardare la pagina dedicata alle ricerche anagrafiche sul Portale degli Antenati, la pagina del Sistema Archivistico Nazionale promossa e curata dalla Direzione Generale Archivi), le informazioni anagrafiche vengono tratte essenzialmente dalla documentazione versata dal Distretto Militare di Como e Lecco, ove sono rubricati gli uomini nati dall’anno 1843 al 1949 nelle attuali province di Como e Lecco, che abbiano svolto il servizio militare.

I registri dello Stato Civile italiano sono tenuti dai Comuni a partire dall’anno 1866, per effetto della legge di unificazione amministrativa del Regno d’Italia; fino a quella data, la compilazione dei registri di nascita, matrimonio e morte era demandata alle Parrocchie.

Pertanto, seguendo quanto riportato nel seguente schema, a seconda dell’epoca e del territorio, l’atto di nascita deve essere richiesto alle Parrocchie o ai Comuni.


Conoscendo il nome e cognome e la data di nascita, anche approssimativa, dei propri avi, è possibile richiedere al personale addetto di svolgere una ricerca al fine di conoscere con esattezza il luogo e la data di nascita del proprio avo.

Le richieste devono pervenire ESCLUSIVAMENTE A MEZZO MAIL all'indirizzo as-co@beniculturali.it e devono contenere i dati identificativi del richiedente (cognome, nome, indirizzo di residenza, recapito telefonico). NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE LE RICHIESTE PRIVE DI TALI DATI, O PERVENUTE A MEZZO POSTA CARTACEA O CON ALTRI MEZZI.

I fondi all'interno dei quali sarà effettuata la ricerca (a seconda del tipo di ricerca e in base alla valutazione compiuta dal personale addetto alle ricerche) sono:

  • Distretto Militare di Como e Lecco - Ruoli (dal 1843) e Fogli matricolari (dal 1874 al 1949)

Si tratta, rispettivamente, dei registri e dei fascicoli personali che documentano la carriera militare dei soldati nati in provincia di Como e Lecco: essi contengono, dunque, l'indicazione del luogo e della data di nascita e la paternità - informazioni queste necessarie per poter poi richiedere correttamente al Comune o alla Parrocchia l'atto di nascita. Le serie sono corredate di rubriche alfabetiche, per anno, consultabili da PC presso la sala studio.

Dalla home page della Biblioteca Digitale Lombarda, raggiungibile tramite Mozilla Firefox o Google Chrome all’indirizzo https://www.bdl.servizirl.it/bdlfe/  si ha accesso alla sezione “Ruoli matricolari 1846-1899 relativi ai nati negli ex distretti di Como e Lecco”, nella quale si trovano scansionati i soli Ruoli dei nati dal 1846 al 1899, conservati in originale presso l'Archivio di Stato di Como.

  • Liste di leva militare

L’Archivio di Stato di Como conserva i registri di leva militare, per Comune, relative ai nati nelle provincie di Como e Lecco tra il 1880 ed il 1939 (con alcune lacune). Presso la sala di studio sono consultabili le relative rubriche alfabetiche informatizzate, per anno di nascita, 

In esse compaiono generalmente: il cognome e il nome della persona chiamata alla visita di leva, il nome del padre, il cognome e il nome della madre, la data e il Comune di nascita, il Comune di residenza, la professione, l’esito della visita (abile, oppure renitente, ecc.), oltre a ulteriori dati antropometrici o di estrazione sociale.

  • Registri dello Stato Civile napoleonico (1806-1815)

In tale fondo sono conservati i registri dei nati, dei morti e dei matrimoni della sola città di Como  relativi al periodo 1806-1815.

Tali registri sono liberamente consultabili, in formato immagine, nel Portale Antenati del SAN (Sistema Archivistico Nazionale) www.antenati.san.beniculturali.it/



Esiste poi la possibilità (da valutare a seconda del tipo di ricerca e del suo ambito cronologico) di  svolgere ricerche in altri fondi, come l'archivio notarile o i catasti, soprattutto, o altri ancora come la Camera di Commercio, il Tribunale ecc. Questo tipo di ricerca, tuttavia, richiede molto tempo e attenzione e, dunque, deve essere svolta direttamente dall'interessato.

Il fondo notarile comprende testamenti, doti, compravendite, e numerose altre tipologie di atti stipulati tra contraenti; essi offrono pertanto notizie relative allo stato civile, sociale ed economico di una famiglia. Nell’Archivio di Stato di Como si conservano gli atti originali dei notai roganti nelle provincie di Como e Lecco dagli inizi del Trecento agli inizi del Novecento, corredati per la maggior parte da repertori e indici delle parti contraenti.

Gli archivi catastali offrono informazioni relative alle proprietà immobiliari: attraverso la lettura delle mappe (scansionate, a video sui PC in sala studio) e degli strumenti di corredo originali (tavole censuarie, catastini, rubriche dei possessori, libri partitari e volture) si può ricostruire la storia di un terreno o di un edificio e al contempo ricavare alcune informazioni sui rispettivi intestatari. I catasti conservati presso l’Archivio di Stato di Como, relativi al territorio di Como e Lecco, risalgono alla seconda decade del Settecento (Catasto Teresiano, dal 1722); segue poi il Catasto Lombardo Veneto (circa metà Ottocento) con gli Aggiornamenti del 1898.